La Morte delle Prove Subacquee: Verso un Futuro Digitale nell’Immersione

24 Novembre 2023

Introduzione: Il mondo dell’immersione subacquea, sta segnando un punto di svolta significativo.

Per anni, le prove subacquee hanno rappresentato il pilastro per attrarre nuovi allievi, ma oggi siamo testimoni di un cambiamento epocale: il declino di questo metodo tradizionale, sostituito da strategie più efficaci e digitalmente orientate.

Il Problema delle Prove Tradizionali: Le prove subacquee, un tempo considerate il fulcro per il reclutamento di nuovi subacquei, nel 2023 dimostrano criticità come dispendiose in termini di tempo, energie e risorse umane, attrezzature impiegate e molto altro.

In un’epoca dove l’efficienza e la rapidità sono fondamentali, questo approccio non solo è obsoleto ma anche economicamente oneroso.

L’Era del Web Marketing: Con l’avvento del digitale, il panorama del marketing subacqueo ha subito una trasformazione radicale.

Strumenti come i social media, il content marketing e le campagne targhetizzate permettono di raggiungere un pubblico vasto e profilato con un semplice click.

Questo non solo aumenta la visibilità ma anche le probabilità di convertire gli interessati in subacquei appassionati.

Il Bisogno di Competenze Specifiche: Tuttavia, per navigare con successo in queste acque digitali, sono necessarie competenze specifiche di web marketing e una strategia ben pianificata.

Non è un territorio per improvvisazioni, ma richiede una conoscenza approfondita e un approccio metodico.

Professionismo e Specializzazione nel Mondo Subacqueo: Man mano che procediamo nel XXI secolo, assistiamo a un’evoluzione verso un mondo sempre più professionale e specializzato.

Questo vale anche nel settore delle immersioni subacquee.

L’abilità di adattarsi a un ambiente in continuo cambiamento e l’adozione di tecniche innovative non sono più un’opzione, ma una necessità.

Comunità e Approccio Digitale: Al cuore della subacquea c’è sempre stata la comunità – l’idea di condividere esperienze uniche sotto la superficie del mare.

Molti potrebbero pensare che un approccio digitale possa indebolire questo aspetto fondamentale, ma in realtà, la verità è l’opposto.

La digitalizzazione permette di radunare persone con interessi simili in maniera molto più efficiente e mirata.

Questo non solo aiuta a costruire comunità più forti e focalizzate, ma libera anche tempo prezioso per gli istruttori.

Più Tempo per la Qualità: Con l’impiego di strategie di marketing digitale, gli istruttori possono dedicare più tempo agli allievi, concentrando le loro energie sull’offrire un’esperienza di apprendimento di qualità superiore.

Invece di disperdere risorse in prove subacquee dispendiose e spesso inefficaci, possono impiegare questo tempo per affinare le abilità dei subacquei, migliorare le tecniche di insegnamento e creare un’atmosfera di apprendimento più coinvolgente e soddisfacente.

La Mia Storia di Successo: La mia esperienza personale è una testimonianza del potere del marketing digitale.

Durante l’anno del COVID-19, mentre il mondo era in lock down e molti si lamentavano della situazione, ho trasformato quella sfida in un’opportunità senza precedenti.

Grazie alle competenze digitali acquisite in anni di studio, ho raggiunto un numero record di certificazioni, superando tutti gli istruttori della mia didattica.

Questo successo è stato possibile grazie all’adozione di strategie di marketing digitale mirate e ben eseguite.

La nuova visione della subacquea mi accompagna oramai da più di sette anni permettendomi di fare della mia passione un lavoro soddisfacente a tempo pieno.

Da circa due anni, ho implementato nei corsi istruttori che tengo, un workshop digitale sull’attività subacquea.

Dedico una giornata intera per fornire agli aspiranti professionisti del settore tutte le armi aggiornate per poter fare della loro passione un reale lavoro senza bisogno di emigrare all’estero.

In Italia purtroppo, il lavoro dell’istruttore subacqueo è sempre stato declinato a un passatempo o comunque non come attività principale.

Oltre alle problematiche fiscali e di stagionalità, fare della propria passione un lavoro in terra nostrana, implica un enorme investimento economico e di risorse umane che tirando le somme non è sostenibile nel medio lungo termine.

Questo ha portato al proliferare di istruttori “appassionati” che dietro il vecchio adagio “lo faccio per passione” azzerano le spese di gestione corsi per farsi un entrata magari esentasse extra e mettere un briciolo di pepe nella loro vita.

Questo ha portato alla creazione di finti subacquei che dopo i primi corsi, rendendosi conto della non capacità acquisita ( e non per colpa loro ) dirigono le loro risorse verso altri sport.

Ecco che allora si crea il circolo vizioso di dover fare più corsi possibili per reintegrare i subacquei persi.

Ma per fare corsi degni di questo nome ci vogliono competenze, tempo e struttura adeguata.

Il tempo è denaro, ed è la risorsa più scarsa che abbiamo.

L’alta professionalizzazione e il digitale utilizzato come strumento di lavoro e non come passatempo, risolvono tutti questi problemi.

Il reclutamento diventa più rapido e snello, i costi si abbassano, i subacquei sono profilati, i corsi escono meglio, e il life time value del nuovo sub cresce esponenzialmente.

Siamo ad un bivio, e nei prossimi anni ci sarà una rivoluzione copernicana in questo settore causata anche dal continuo aumento dei costi di attrezzatura, immersioni,logistica e altro che porteranno inesorabilmente ad alzare l’asticella della qualità per sopravvivere e le competenze digitali faranno da spartiacque.

Conclusione: Il futuro della subacquea è intrinsecamente legato all’evoluzione digitale.

Non si tratta di scegliere tra la tecnologia e la tradizione, ma di unire i due mondi per creare esperienze più ricche e gratificanti.

In questo nuovo scenario, la digitalizzazione non solo accelera il processo di reclutamento, ma arricchisce anche la qualità dell’esperienza subacquea, sia per gli istruttori che per gli allievi.

La nostra comunità si sta espandendo in modi mai visti prima, e questo è solo l’inizio di un viaggio entusiasmante nel profondo blu.

Enrico Tenerini

Utrtek trainer
jj-ccr diver
Direttore tecnico Bolle d'Azoto Elba
Insegno subacquea a tempo pieno

Non perderti anche

Perchè un organo di stampa?

La creazione di un organo di stampa per la didattica

Buone Feste

Un augurio sincero a tutti Voi! Grazie per questo 2023

Emozioni sotto i ghiacci

Il fascino delle immersioni sotto i ghiacci