Subacquea Scientifica: L’Importanza delle Attrezzature

Si può diventare un eccellente subacqueo soltanto con l’addestramento? Quanto sono importanti le attrezzature e le configurazioni in immersione? Queste considerazioni valgono anche in ambito scientifico? Conoscere e comprendere i segreti che si celano dietro immersioni tecniche, esplorative e le rispettive configurazioni (Hogarthiana, Back-mount, Side-mount, Circuito Aperto/Chiuso, ecc) non può che garantirci un miglioramento nelle prestazioni, nella sicurezza e persino nello sviluppo di innovative tecniche, strumentazioni e metodologie scientifiche subacquee. Ad ogni modo, le giuste attrezzature e la più appropriata configurazione delle stesse permettono al subacqueo di gestire più rapidamente e con migliori risultati ciascuna delle fasi dell’immersione.
4 Dicembre 2023

Si può diventare un eccellente subacqueo soltanto con l’addestramento?

Quanto sono importanti le attrezzature e le configurazioni in immersione?

Queste considerazioni valgono anche in ambito scientifico?

Spesso ci si chiede se a fare di un buon subacqueo un eccellente subacqueo sia esclusivamente l’addestramento. Sicuramente addestramento e cultura subacquea a tutto tondo, oltre che personali doti fisiche e fisiologiche, sono alla base del miglioramento e del giovamento nell’arco di qualsivoglia immersione. Ad ogni modo, senza alcun dubbio, le giuste attrezzature e la più appropriata configurazione delle stesse permettono al subacqueo di gestire più rapidamente e con migliori risultati ciascuna delle fasi dell’immersione.

Conoscere e comprendere i segreti che si celano dietro immersioni tecniche, esplorative e le rispettive configurazioni (Hogarthiana, Back-mount, Side-mount, Circuito Aperto/Chiuso, ecc) quindi non può che garantirci un miglioramento nelle prestazioni, nella sicurezza e persino nello sviluppo di innovative tecniche, strumentazioni e metodologie scientifiche subacquee.

La valutazione di nuove tecniche di indagine e di raccolta dati ed il confronto tra queste e quelle già esistenti sono infatti procedure comuni, non solo per le metodologie utilizzate dai subacquei scientifici, ma anche per il funzionamento di apparecchiature controllate a distanza, in situ o di superficie.

L’analisi delle prestazioni operative può permettere, inoltre, di identificare difetti e potenzialmente migliorare la progettazione ed il funzionamento delle stesse, così come favorire la convalida del metodo in esame.

Operazioni subacquee ed immersioni scientifiche o a scopo di Citizen Science, richiedono dunque il connubio di questi importanti mondi: Formazione teorica e pratica ed Innovazione tecnica e tecnologica.

Difatti, una corretta gestione dell’assetto, delle strumentazioni, delle tipologie di pinneggiata e della configurazione delle attrezzature, oltre a migliorare la sicurezza in immersione e preservare i delicati ecosistemi marini, possono anche permettere ai subacquei scientifici di produrre campioni di qualità superiore e con minori danni collaterali.

Andrea Ginelli

Sono Andrea Ginelli, formatore subacqueo ed ideatore dei brevetti sub, certificati ISO e con validità internazionale, Recreational Scientific Diver e Professional Scientific Diver per conto di UTRtek - Underwater Technical Research, nonché responsabile e fondatore della Professional Marine Biology & Archaeology Diving Academy.

Non perderti anche

Perchè un organo di stampa?

La creazione di un organo di stampa per la didattica

La Brezza di Giannutri

Il Nasim affondato a Giannutri rappresentava una vera sfida, ma

L’Importanza della Controversia nel Marketing: Guida alla Creazione di una Strategia di Successo

Nel vasto panorama del marketing, una parola ha il potere